Ciao! 

Come già saprai (o forse no), amo l’Italia con tutto il mio cuore! 

Ogni regione è diversa e ha qualcosa da offrire. L’ Italia è come un gioiello prezioso per l’Europa, poiché è il paese più vario del vecchio continente. Non so se lo sai, ma l’Italia, insieme alla Cina, ha il maggior numero di siti UNESCO.

Uno di questi siti, sono le famose Cinque Terre, che sono state inserite in questa lista nel 1997.

Le Cinque Terre prendono il nome dalle cinque città che le costituiscono: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Il parco delle Cinque Terre si trova a nord-ovest dell’Italia, in Liguria, nella provincia di La Spezia. 

Le Cinque Terre sono un bellissimo e unico frammento della riviera ligure, e coprono quasi cinque chilometri di costa rocciosa. Questa zona viene considerata come uno dei parchi nazionali più belli d’Italia. Milioni di turisti ogni anno visitano questo luogo da tutto il mondo. E’ interessante notare come le Cinque Terre siano uno dei luoghi più puliti del Mediterraneo.

A mio parere, le Cinque Terre e l’intera costa della Liguria non sono molto apprezzate dai polacchi, ma anche dagli stessi italiani! Non capisco come mai pochi di loro decidano di trascorrere le vacanze in questa bellissima regione. Di solito scelgono la Riviera Romagnola, la Puglia, la Calabria, la Sardegna, ma si dimenticano della bellissima Liguria.

Parlando con gli Italiani ho appreso che ciò è dovuto al fatto che in Veneto, la regione in cui vivo, la Liguria viene percepita come molto distante. Inoltre si crede che non vi siano spiagge sabbiose. Naturalmente tutto questo è una cavolata. E’ vero che questa regione è famosa principalmente per le sue spiagge rocciose, ma ci sono anche molte spiagge di sabbia. Inoltre, la durata del viaggio dalla mia regione a La Spezia, ha la stessa durata che andare a Rimini, circa 3 ore di auto. 

A mio avviso, questa regione è molto più famosa tra i turisti provenienti dall’Inghilterra, Stati Uniti e Asia. 

Le Cinque Terre sono un luogo molto di tendenza nei social media, grazie ai suoi bellissimi colori e al suo “Instagram look”. Devo dirti però che nessuna foto può catturare la bellezza di questo posto. Personalmente è uno dei posti più belli che abbia mai visto e, puoi credermi o no, parlando con il mio ragazzo di tanto in tanto, gli dico che un giorno vorrei tornare li! Sul mio canale (otwiera się na nowej zakładce)”>YouTube <clic> puoi trovare un vlog del mio viaggio alle Cinque Terre durante un weekend dello scorso anno.

Ci sono andata solo per un fine settimana, ed è bastato per visitare tutti i cinque paesini e la città di La Spezia, per trascorrere del tempo in spiaggia e per farmi innamorare di questo luogo! Vorrei trascorrerci qualche giorno in più? Certo che si! Potrei passarci anche un mese di vacanza, ed ogni giorno avrei qualcosa da fare. Ecco perché oggi voglio proporti una guida per te su cosa visitare alle Cinque Terre.

STORIA

La nascita delle città risale al XI secolo, quando i primi abitanti arrivarono li a causa della crescita della popolazione nell’entroterra della Liguria. E’ interessante notare come all’inizio gli abitanti delle Cinque Terre erano dediti all’agricoltura. Visto che le aree erano montuose e rocciose, furono costruiti dei terrazzamenti.

terrazzamenti

Solo più tardi la popolazione locale si interessò alla pesca. Fino alla fine del XIX secolo, le Cinque Terre sono state praticamente tagliate fuori dal mondo! Questa situazione è cambiata quando fu costruita la ferrovia che collegava tutti i cinque paesini con Genova e La Spezia.

La data più tragica per le Cinque Terre è il 25 ottobre 2011, quando una frana colpì la città di Vernazza, cosa mai successa prima in questo posto. La frana attraversò il centro della città travolgendo edifici, appartamenti, ristoranti e percorsi turistici. Anche la linea ferroviaria in entrambe le direzioni venne distrutta. La stessa spiaggia venne travolta da macerie e fango. Tutto questo avvenne quando si verificarono diverse frane sia in Liguria che in Toscana. In tutte le frane che si sono verificate, sono morte in totale 11 persone.

Un anno dopo venne tutto ricostruito e non vi era traccia della tragedia.

QUANDO VISITARE? QUANTO RESTARE?

E’ consigliato visitare le Cinque Terre in tarda primavera o in estate.

Secondo me, l’aspetto che vi permetterà di godervi al meglio questo posto bellissimo, è il cielo senza nuvole. 

Ho visitato questo posto lo scorso anno durante un weekend di agosto. Ciò che mi ha sorpreso, è che nonostante l’enorme affluenza di turisti, non mi sono sentita soffocare come in altri posti.

Un’altra cosa che mi ha stupito , rispetto alla Riviera Romagnola sul mar Adriatico, è che le Cinque Terre siano molto più economiche. Lasciati dire che sono rimasta sorpresa dai bassi prezzi nei bar, nei ristoranti e nelle gelaterie.

Quanti giorni restare? Secondo me da due giorni a una settimana. Tutto dipenderà dal periodo in cui decidi di andare e dal motivo. Puoi prendere il sole, esplorare, camminare in montagna, nuotare. Il minimo sono due giorni interi, anche se per riposare e visitare tutto con calma consiglio un viaggio di tre/quattro giorni. 

COME ARRIVARE / SPOSTARSI NELLE CINQUE TERRE

La cosa più importante da ricordare è che i villaggi delle Cinque Terre sono chiusi al traffico. Se hai la macchina, il consiglio è quello di lasciarla in uno dei parcheggi in centro a La Spezia per poi prendere il treno. Quest’ultimo è il migliore e unico modo per raggiungere le Cinque Terre. I paesini delle Cinque Terre si trovano tra La Spezia e Genova e sono tutti dotati di bellissime stazioni ferroviarie a picco sul mare.

La maggior parte dei treni regionali circola sulla tratta Levanto-La Spezia. I treni circolano dalle 6:00 alle 22:00, con una frequenza di un treno ogni 30 min. Il mio consiglio è quello di acquistare il biglietto giornaliero Cinque Card Card Train. Si ha diritto a viaggi illimitati nell’arco della giornata sulla tratta Levanto-La Spezia, sia andata che ritorno. Consente inoltre l’accesso ai Percorsi del Parco Nazionale delle Cinque Terre che collegano i vari paesini. Il biglietto può essere acquistato nelle stazioni ferroviarie e nei punti di informazione turistica.

Prezzi delle Cinque Terre Card:

  • 7,50 € – carta adulti per 1 giorno
  • 14.50 € – carta adulti per 2 giorni
  • 4,50 € – carta per 1 giorno per bambini dai 4 ai 12 anni
  • 9.60 € – carta famiglia per 1 giorno (2 adulti + 2 bambini fino a 12 anni)
  • bambini sotto i 4 anni gratis

Prezzi Cinque Terre Card Treno:

  • 16,00 € – carta adulti per 1 giorno
  • 29,00 € – tessera per un adulto per 2 giorni
  • 10,00 €– Carta di 1 giorno per bambini dai 4 ai 12 anni
  • 42,00 €– carta famiglia per 1 giorno (2 adulti + 2 bambini fino a 12 anni)
  • bambini sotto i 4 anni gratis
Cinque Terre Card Treno
ALLOGGIO

Non posso nascondervi che alloggiare alle Cinque Terre è costoso. Inoltre quando si decide di partire con molte valigie bisogna ricordare che poi bisognerà portarle a mano lungo le strade strette e in salita dei vari paesini. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo deciso di scegliere la migliore soluzione, ovvero di passare la notte nella vicina La Spezia, che è una città portuale, molto più grande, ma molto curata e altrettanto affascinante. Essendo venuti solo per il fine settimana avevamo bisogno di un alloggio per una notte. Abbiamo dormito nella Guesthouse il Gratticielao sul Golfo situata nel grattacielo al 16 ° piano, trovata su booking.com. La pensione si trovava nella piazza nel centro della città.

La spezia

L’appartamento era spazioso, pulito e con un balcone con una vista mozzafiato su tutto il centro storico, sul mare e sul porto. Inoltre avevamo una camera con una jacuzzi, ma che purtroppo non funzionava. La mattina dopo abbiamo informato la reception e abbiamo ricevuto subito un adeguato rimborso.

La Spezia

Sfortunatamente, solo ora, ho potuto vedere che la Guesthouse è stata chiusa. Spero non sia stata una delle vittime del COVID – 19.

COSA VEDERE?

Abbiamo trascorso li due giorni interi. Sapevamo che il primo giorno avremmo riposato, e che quindi avremmo passato il secondo giorno a visitare i cinque paesini. Vi presento ora il nostro piano di viaggio per due giorni.

PRIMO GIORNO

Abbiamo lasciato Verona verso le 4 del mattino, quindi sabato alle 7 eravamo già nel centro di La Spezia. Abbiamo lasciato tutti i bagagli nell’auto, che abbiamo parcheggiato nel parcheggio vicino alla stazione ferroviaria di La Spezia.

Monterosso al Mare

Monterosso al Mare

Abbiamo comprato un biglietto di andata e ritorno da La Spezia a Monterosso, questo perché il primo giorno avevamo programmato di visitare solo quel posto. Abbiamo deciso soprattutto di prendere il sole, nuotare e di rilassarci soprattutto perché fra i cinque paesini, Monterosso è quello che ha la spiaggia più bella, con ghiaia e un’acqua meravigliosa. Per questo la cittadina possiede le strutture turistiche più sviluppate rispetto a tutte le altre.

Nel tardo pomeriggio siamo tornati a La Spezia, e siamo andati nell’appartamento che avevamo prenotato. Ci siamo riposati un po’, ci siamo preparati e abbiamo cenato nel porto.

SECONDO GIORNO

Manarola

Manarola

Un paesino con una spiaggia di ciottoli, ideale per le persone che amano nuotare e trascorrere del tempo in acqua. Una città con un bel punto panoramico e un luogo dove tutti fanno foto. Manarola è caratterizzata da case che fungevano da torri per difendere la città in passato.

Manarola

Riomaggiore

Riomaggiore

Fra tutte, la città più grande e la più montuosa. È il paese più colorato e più “Instagram look”, dove possiamo ammirare case colorate che scendono verso il mare. Alcune di loro hanno anche 700 anni!

Riomaggiore

Corniglia

Corniglia

E’ il villaggio più alto e l’unico senza spiaggia. Il centro città è a circa 100 metri sul livello del mare. La stazione di Corniglia si trova molto più in basso rispetto al centro del paese, e si può raggiungere tramite una ripida scalinata. Senza comode scarpe sportive, meglio non salire! 

Tuttavia, a mio avviso, una volta arrivati, il panorama che troveremo premia tutte le difficoltà.

La vista del mare aperto e calmo merita lo sforzo!

Vernazza

Vernazza

Secondo molti è considerata il paese più bello delle Cinque Terre. A me personalmente è piaciuta un po’ meno rispetto agli altri paesini. Vernazza è una piccola e intima cittadina situata ai piedi delle montagne. Al centro c’è una piccola spiaggia piena di turisti. C’è inoltre una mostra fotografica per commemorare le vittime del 2011.

A fine giornata siamo andati a Monterosso al Mare per due ore per goderci la spiaggia, il mare e il sole.

Verso sera siamo tornati a La Spezia e siamo tornati a Verona in auto.

Vale la pena visitare la famosa Via dell’Amore. È un sentiero a picco sul mare che collega Riomaggiore con la vicina Manarola. L’intero percorso è di circa 1,6 km. Sfortunatamente, l’anno scorso è stato chiuso a causa di lavori.

DOVE E COSA MANGIARE?

Io e il mio ragazzo adoriamo il pesce fritto. Il migliore che abbia mai mangiato è al ristorante Dai Pescatori <clic> situato nel porto di La Spezia. È possibile mangiarlo sul posto oppure portarlo via.

Un altro posto che offre “pesce fritto” è Il Pescato Cucinato <clic> proprio nel centro di Riomaggiore, che consiglio vivamente.

Devi provare inoltre l’ottimo gelato della Gelateria Grand Cru <clic> nel centro di La Spezia!

La migliore granita che abbia mai provato invece è quella di Corniglia, aveva il gusto e il sapore di frutta fresca!

io e la migliore granita delle Cinque Terre

E la cosa che non puoi perderti se vai alle Cinque Terre è sicuramente il Vino delle Cinque Terre!

Un vino bianco, secco caratterizzato dalla percettibile freschezza del mare, dall’aria leggermente salata e dal terreno delle Cinque Terre ricco di minerali.

vino Cinque Terre DOC

Le Cinque Terre e la Liguria sono ovviamente famose per il loro pesto, purtroppo non ne sono una grande fan.

A presto!